Infoline +39 085 4408617

I CONSIGLI DELLA DIETISTA a cura della Dott.ssa Francesca Ussorio, Dietista presso la palestra Area Donna

Home Page // Palestra // I CONSIGLI DELLA DIETISTA a cura della Dott.ssa Francesca Ussorio, Dietista presso la palestra Area Donna

Pubblicato il 28 marzo 2018 | in Palestra | Nessun commento

Care amiche,

eccoci giunte al terzo appuntamento della mia rubrica, grazie alla quale spero di esservi d’aiuto nell’ offrirvi consigli utili su alimentazione e benessere.

Con l’arrivo del nuovo anno, tanti sono gli obiettivi che ciascuna di voi sicuramente avrà pianificato di raggiungere, ma quando si intraprende un nuovo percorso una delle cose piu’ importanti è quella di sapere da dove si comincia.

Ed è per questo che ho deciso di dedicare il mio articolo ad uno strumento molto importante nel mio lavoro, grazie al quale mi è possibile conoscere piu’ nello specifico lo stato nutrizionale dal quale ogni persona parte e di valutare nel tempo i risultati ottenuti.

Valutare lo stato di salute di una persona basandosi esclusivamente sul suo peso corporeo è un concetto che sta via via scomparendo, per lasciare il posto a una valutazione ben piu’ completa ed approfondita: basti pensare infatti a come una persona magra possa celare dietro il suo peso quasi invidiabile uno stato di malnutrizione o come un body-builder possa essere scambiato per un soggetto in sovrappeso o addirittura obeso se lo valutassimo solo in base al rapporto tra peso ed altezza.

Per venire incontro alle nuove esigenze di valutazione dello stato nutrizionale si è sviluppata negli ultimi anni una metodica molto utile e largamente utilizzata tra coloro che si occupano di alimentazione:

la BIOIMPEDENZIOMETRIA (o ESAME BIOIMPEDENZIOMETRICO)

 

bioimpNel caso di malattie croniche, infettive, endocrino-metaboliche e cardiovascolari,la componente corporea che si modifica rapidamente è rappresentata dall’acqua. Ma anche nelle condizioni fisiologiche speciali come sport, crescita e invecchiamento, è utile controllare lo stato di idratazione per conseguire il buon stato di salute.
L’impedenziometria è una metodica largamente diffusa nella pratica clinica per l’alto grado di affidabilità e di accuratezza nell’analisi della composizione conrporea. In particolare consente la stima dello stato di idratazione corporea.

L’impedenziometria inoltre, misura le componenti magre e grassi del corpo, compartimenti, indispensabili per stabilire il corretto peso desiderabile.

Risulta quindi utile nel prevenire e correggere gli stati di malnutrizione legati al sottopeso ed all’obesità ed offre, infine, lo spunto per il calcolo del fabbisogno minimo-energetico-nutrizionale costituendo un riferimento basilare per l’impostazione di programmi di attività fisica e di dietologia.

bio2

 

Lo stato di idratazione (TOTAL BODY WATER TBW)

L’acqua, componente principale del corpo, varia con l’età e con lo stato fisiologico.

Ad esempio, constituisce il 58% circa del peso corporeo di un adulto normopeso, oltre il 70% nei primi mesi di vita e circa il 63% nell’infanzia.

In base alle fasce d’età possiamo considerare come riferimento i seguenti valori:

ETA’                                                         UOMINI                               DONNE

18-30 ANNI                                                 65%                                           62%

31-50 ANNI                                                 60%                                           58%

51-70 ANNI                                                 58%                                           55%

 

bio3
La massa magra (FFM) rappresenta la componente corporea costituita da muscoli, organi, ossa e fluidi. Essa è chimicamente costituita da proteine, acqua, minerali ed in minima parte da zuccheri. Questi elementi risultano essenziali per il manetenimento dei processi vitali dell’organismo.La Massa Magra (FFM)

Farmaci, sedentarietà, malnutrizione, monotonia della dieta e molti altri fattori possono ridurre la massa magra. Tali condizioni possono nuocere alla salute e diminuire il fabbisogno energetico e nutrizionale. Nelle condizioni patologiche la perdita di massa magra riduce la capacità di difesa dell’organismo.

In base alle fasce d’età possiamo considerare come riferimento i seguenti valori:

ETA’                                                         UOMINI                               DONNE

18-30 ANNI                                               80-85 %                                 78-80%

31-50 ANNI                                               78-80%                                  76-78%

51-70 ANNI                                               75-80%                                  70-75%

La Massa Grassa (FAT)

La massa grassa (FAT) rappresenta il tessuto adiposo sottocutaneo e viscerale chimicamente costutuito da trigliceridi o grassi. Essa varia in relazione all’età, al sesso, all’attività fisica, ai fattori genetici, ormonali e più in generale allo stato nutrizionale individuale.

Ad esemio, in un maschio adolescente la % di massa grassa è prossima al 14%, mentre nella femmina adolescente al 18%.

Negli adutli si ritiene accettabile una quota di massa grassa oscillante tra il 20 e il 26%.

Negli anziani, diminuendo la massa muscolare, la %di grasso corporeo potrebbe superare il 29% anche in presenza di un peso nella norma.

In base alle fasce d’età possiamo considerare come riferimento i seguenti valori:

ETA’                                                         UOMINI                               DONNE

18-30 ANNI                                               15-18 %                                 16-20%

31-50 ANNI                                               18-20%                                  22-26%

51-70 ANNI                                               20-22%                                  28-30%

 

 Il Metabolismo Basale (MB o BMC)

La frazione metabolicamente attiva (BMC) della massa magra rappresenta la coposizione corporea coinvolta nei processi enzimatici, nel trasporto e nell’assorbimento dei nutrienti e, in generale, più attiva nel lavoro cellulare.

L’impedenziometria fornisce indirettamente la misura della BMC grazie all’ausilio di una specifica elaborazione dei parametri rilevati.

bio4

ATTENZIONE: E’ fondamentale che con qualsiasi macchinario esso venga effettuato (bilance, calorimetri, misuratori di grasso corporeo, bioimpedenziometria), il referto di un esame bioimpedenziometrico venga valutato da un esperto del settore (medico dietologo, dietista, nutrizionista, laureato in scienze motorie) al fine di dare al soggetto le più corrette informazioni possibili e da indirizzarlo verso un percorso nutrizionale e sportivo adatto per migliorare la composizione corporea (se necessario).

 

 

Per chi avesse bisogno o interesse a conoscere la propria massa grassa e magra attraverso l’esame bioimpedenziometrico sono a disposizione in sede tutti i lunedi per info e contatti:

tel.0854408617 cell.3401657451

 

Lascia un Commento